www.flickr.com
Elementi di lele_rozza Vai all'album di lele_rozza

aprile 2005

verso euromayday 2005

A quattro anni dalla sua nascita, la mayday da milano è cresciuta fino a divenire pienamente europea. Il forum alternativo di Londra
dell'ottobre 2004 ha prodotto la Dichiarazione di Middlesex del
precariato d'Europa, le assemblee di attivisti sociali a Berlino e a
Parigi del gennaio e marzo di quest'anno hanno dato volontà e sostanza al progetto e il risultato si può constatare da www.euromayday.org :
20 metropoli e città europee hanno costruito dal basso il primo maggio
continentale del lavoro flessibile contro la precarietà.

COME SI SFASCIA UNA CITTÀ

da repubblica.it
VENERDÌ 8 APRILE 2005

uno studio e una mostra

Un gruppo di urbanisti ha messo a confronto Barcellona e Napoli, Madri e Milano, Marsiglia e Genova. E ha scoperto che un destino le accomuna
Si invade il territorio circostante, e si sparpagliano piccoli e grandi insediamenti
Ovunque centri commerciali, villette, outlet e multisale La polemica fra gli architetti
FRANCESCO ERBANI
BOLOGNA

La parola spesso usata è sprawl. Viene dal verbo inglese to sprawl che significa, più o meno, sdraiarsi in modo scomposto.

Vieni a festeggiare la Fellowship di FSFE a Milano il 18

Il lancio del nuovo Fellowship Program della Free Software Foundation
Europe è stato un successo, con centinaia di nuovi sostenitori. Abbiamo
voglia di brindare con gli amici conosciuti in questi anni di attività.
Ti invitiamo a prendere un aperitivo con noi a Milano al Cape Town (via
Vigevano 3 vicino alla Darsena, metro Porta Genova) dalle 19.30 alle
21.30 Lunedì 18 Aprile.
r.s.v.p.

DA DADACICLO

questo viene direttamente dalla ML dadaciclo, un luogo straordinario dove il dadaismo, la bici e la genialita' piu' sfrenata e senza regole si incontrano e cozzano una contro l'altra, uno spettacolo veramente ributtante. nonpotrei farne a meno

postato da mentos

come disse il mio guru prima di crepare, e non era il papa

un giorno mi affaccero' alla finestra e comincero' a sparare
agli automobilisti, a caso.

e alla domanda: perche'?
lui rispose: per una societa' ideale

BALLETTO DI CIFRE

ci siamo, siamo pronti, non ha perso nessuno, abbiamo vinto tutti, con lo scorporo considerando l'umidita' media e riparametrando il risultato alle amminstrative polacche dove il pcp (partito comunista polacco) ha segnato il passo, non ottenendo un voto bulgaro (d'altra parte in polonia...) ce l'abbiamo fatto, se abbiamo perso 25 punti percentuali abbiamo tenuto, se stiamo fluttuando 0,001 piu' o meno, il risultato e' straordinario.
tranquilli, da qui a poco si quieta tutto e ricominciamo, come prima, non e' ancora l'epoca degli scossoni, anche se, stavolta, sembra proprio che la casa della li

E' morto un uomo

non sono anarchico, sono profondamente convinto che lo stato abbia un ruolo e dabba esercitarlo. In generale faccio molta fatica ad essere daccordo con le posizioni del FAI e di altre organizzazioni di quell'area, ma, una volta tanto, credo ci abbiano preso. Non apprezzo comunue alcuni toni, ma credo che in questa prosopoea di santificazione per quest'uomo, che ha interpretato il suo ruolo in maniera straordinaria, anche da chi si proclama preogressista e libertario, ci dovesse, in qualche modo essere un contraltare. Eccolo qui, buona lettura

da lupoz.it
sito anarchico

È morto un uomo.

Realizzato con Drupal, un sistema open source per la gestione dei contenuti