www.flickr.com
Elementi di lele_rozza Vai all'album di lele_rozza

dei bimbi

Oggi mi sono scontrato con il libero accesso alla rete per i miei bimbi.

Un incidente da poco, ma significativo, quelli che se ne intendono dicono evento sentinella.

Allora e' partita la lunga chiacchierata con annesso spiegone.

Insomma: "internet e' come la bicicletta, bisogna saperci andare, altrimenti ci si fa male. E come per le stade ci sono un sacco di automobilisti disattenti, cosi' in rete c'e' un sacco di situazioni pericolose. Non e' un problema se si pedala come si deve"...

Quindi si va solo su siti noti, gia' visitati, le ricerche le facciamo insieme

E adesso stiamo a vedere, io non voglio chiudere.

evabbe'

sono del tutto d'accordo, peraltro per noi la tv e' un non problema, non la guardiamo, salvo alcuni cartoni animati.
La delicatezza del web rispetto alla tv e' che se da un lato esiste una offerta di contenuti molto larga, interessante utile ed educativa, e il metodo di approccio puo' diventare molto adatto ad una crescita sana, molti contenuti non lo sono proprio, ma sono li accessibili come gli altri.
Con qualche difficolta' in piu' nella gestione.
Qualcuno ha detto che i bambini non vanno lasciati soli davanti alla tv, bene io conto di non lasciarli soli dentro il web :-)

Una cosa secondo me basilare da insegnare ai bambini, tanto su Internet quanto sulla televisione, è: "non credere sempre a tutto quello che vedi in televisione, non credere sempre a tutto quello che leggi su Internet". E' il principio base per insegnare a pensare con la propria testa.

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Realizzato con Drupal, un sistema open source per la gestione dei contenuti