www.flickr.com
Elementi di lele_rozza Vai all'album di lele_rozza

del viaggiare sul biciclettO

E' la storia di un giovanotto, tal Luigi Masetti, educato e con pochi grilli per la testa che parti' dal Polesine, arrivo' a Milano con un diploma da ragioniere.
Bei modi, testa fina e faccia di bronzo QB, con la serenita' dell'uomo di poche pretese attraversa mezzo mondo a cavallo del suo bicicletto.
Masetti decide che il bicicletto (la macchina, come usava allora) e' lo strumento per i suoi viaggi e, con una pervicacia degna di nota, prima se ne procura uno (si trasferisce a Pavia per risparmiare, li' dara' lezioni di lingue per comprare il suo mezzo), e poi, ottenuta la sponsorizzazione del Corriere della Sera, parte per il Viaggissimo.
Il libro, attraverso pagine di diario e racconti in terza persona ci narra, il Viaggissimo (appunto) fino a Chicago e ritorno. Masetti e' persona di poche pretese, ma ben lungi dall'essere povero di spirito, e racconta le tante vicissitudini di chi si avventura per strade (o presunte tali) sconosciute e lontanissime.
La "sua" America e' piena di italiani cordiali e di luoghi interessanti, le strade sono a volte lisce e meravigliose, a volte disastrose mulattiere, e la pioggia sembra non lasciarlo mai. Mangiare, dormire ed evitare la pioggia sono i temi costanti del racconto.
Nelle pagine di diario che puntualmente spedisce al Corriere in cambio dei soldi della sponsorizzazione, sono ricche di facce, di luoghi e di dettagli, quei dettagli che acompagnano il faticoso pedalare dei cicloviaggiatori.
Masetti diventa una star, ma a modo suo, e anche quando viene ricevuto con tutti gli onori dalle personalita' di spicco delle citta' che visita, rimane modesto e di poche parole.  Ad un certo punto e' anche "costretto" ad abbandonare il suo fedele bicicletto, che verra' esposto in un museo, per ricevere in cambio una macchina (sempre a due ruote e a trazione umana) che lo riportera' a casa.
Epico il suo arrivo a Torino prima e a Milano poi.
E' una storia bella, con un epilogo strano.
Il Masetti infatti, all'apice della carriera, mentre tutti lo cercavano perche' ormai diventato una star, beh, sparisce. Sparisce senza lasciare traccia. Ai tempi era piu' facile; ed e' un elemento in piu' per affezionarsi a questo buffo personaggio comparso dal nulla e sparito nel nulla, lasciandoci una passione straordinaria per l'avventura, coraggiosissima, senza mai esagerare.

Tag Technorati: , ,

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Realizzato con Drupal, un sistema open source per la gestione dei contenuti