www.flickr.com
Elementi di lele_rozza Vai all'album di lele_rozza

Intepretazione (poco?) autentica

Oggi su ilfattoquotidiano si legge una dichiarazione di uno dei principali esponenti di "Futuro per la libertà dell'Italia", il neo gruppo fondato da Fini di cui tanto si discute in questi giorni.

Italo Bocchino dice:

 

“I cannoni devono smettere di tuonare, da una parte e dall’altra”, ha detto Italo Bocchino, deputato di ‘Futuro e libertà per l’Italia’ “.

Che in italiano secondo me significa che: intanto piano con i paroloni (anche di Fini eh) che da una parte, i berlusconiani, sono al limite e quindi facciano poco i furbi, del resto i finiani sono talmente pochi che non si va molto lontano, e, tutto sommato quando si stava insieme si stava più comodi.

Quindi ha proseguito: “L’arma del voto immediato è spuntata e rischiosissima, la strada di governi alternativi è impervia e non rispettosa della volontà popolare. Berlusconi deve riflettere bene prima di fare la prossima mossa, soprattutto dopo l’errore di aver sbagliato i conti sulla consistenza delle truppe del presidente della Camera”, avverte il deputato finiano. “Soltanto un patto di legislatura può salvare l’attuale assetto bipolare, il governo e la maggioranza”.

E qui si raggiungono vette meravigliose: se votiamo subito rischiamo di prenderle secche tutti, che i finiani contano poco e Berlusconi è in ambasce, meno male che non c'è l'opposizione. Ma metti che salta furo qualche testa calda che fa la differenza. Andiamoci cauti e stiamo dove stiamo che così non corriamo rischi, niente voto anticipato quindi. E poi, Berlusconi stia attento che ha sbagliato i conti e alla fine la sua maggiornaza è in bilico, del resto però, se non facciamo un bel governo che redistribuisca a nostro favore un po' di potere, dice Bocchino, finisce che andiamo al voto in ordine sparso, quindi, con buona pace del referendum sul maggioritario, finisce in una guerra tra bande della peggiore specie con esiti almeno rischiosi. Quindi insomma, frena Silvio, basta sproloquiare sui giornali e vediamoci in privato, che adesso hai visto che non scherziamo mica, quindi dacci quello che ci è dovuto e via, "avanti al centro contro gli opposti estremismi" come diceva il poeta.

Ecco, io non lo so se ho capito bene, ma così, a naso, mi sembra che il mercato delle vacche sia ben avviato, e che qualcuno dovrà calare (metaforicamente, si sa) le braghe, e in fretta pure, che le manovre di accerchiamento sono ben avanzate.

Realizzato con Drupal, un sistema open source per la gestione dei contenuti